La marmellata fatta in casa

La Fede mi chiama “Lady marmellata” perché in questa stagione a casa mia SI FA la marmellata. Durante l’estate inizio con quella di fichi e finisco poi con quella di mele e di prugne. Ho la fortuna di avere questi alberi da frutto nel mio giardino e ogni anno mi regalano vasi e vasi di marmellata che poi è una manna dal cielo quando devo preparare dolci e  merende per i bambini che vanno a scuola.

Io la faccio “alla moda vecchia”, come la faceva mia mamma e prima di lei mia nonna. Lavate la frutta e pulitela (nel caso dei fichi tolgo la buccia, per le mele buccia e torsolo, per le prugne il nocciolo), pesatela (vi consiglio di non affidarvi alla memoria, scrivetevi il peso da qualche parte, sarà importante per dosare poi lo zucchero). Mettete la frutta su di una bella pentola capiente e iniziate a cucinarla a fuoco basso, pian piano rilascerà il proprio succo e si scioglierà. Ovviamente ogni tipo di frutta ha tempi diversi di cottura.

Dovete mescolare spesso la marmellata per evitare che si attacchi sul fondo. Potete decidere se lasciare la marmellata con qualche pezzetto intero oppure potete usare il frullatore ad immersione per rendere proprio la marmellata a purea. A questo punto è ora di mettere lo zucchero, una volta si usava mettere tanto zucchero quanto era il peso della frutta ma il risultato è una marmellata davvero troppo dolce. Io metto sempre la metà del peso della frutta. Lasciate bollire, sempre a fuoco basso, per un’ altro po’ e nel frattempo occupatevi della sterilizzazione di vasi e coperchi. Quest’ultimi, mi raccomando, devono essere ogni anno NUOVI.

Io prendo un grande pentolone, lo riempio con vasi e coperchi, copro con l’acqua e porto a bollore. RICAPITOLANDO: marmellata che bolle, vasi e coperchi bollenti. Con le pinze da cucina prendo il vaso dalla pentola e lo riempio con la marmellata bollente, prendo il coperchio (sempre con le pinze), chiudo bene il vaso e lo capovolgo, tutto questo cercando di evitare di ustionarmi!

Lascio i vasi capovolti fino a quanto si saranno raffreddati completamente. Questa operazione fa si che il tappo si sigilli bene e crei proprio l’ermeticità. Il centro del tappo sarà andato verso l’interno del vaso e ciò vi assicura che è chiuso bene.

Vi assicuro che vedere i vasi di marmellata fatta da voi vi darà grande soddisfazione!

“piatto pulito, piatto finito”

 

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. ottimi consigli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Liked by 1 persona

  2. pikaciccio ha detto:

    complimenti che produzione

    Liked by 1 persona

    1. duemammeincucina ha detto:

      QUESTO ERA SOLO L’INIZIO… IN TUTTO HO FATTO 15 KG

      Liked by 1 persona

      1. pikaciccio ha detto:

        noi adoriamo le marmellate…. quasi quasi ce le facciamo mandare 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...